Asilo nido in Provincia di Padova. In Legno, tra colori e materiali naturali

Il comune di Fontaniva è situato in Provincia di Padova. L’asilo nido progettato dall'Ingegnere Diego Occini si articola secondo gruppi pedagogici costituiti con riferimento all’età, allo sviluppo e all’autonomia psico-motoria raggiunta dai bambini

L’Asilo Nido Beato Bertrando di Fontaniva nasce come progetto in seguito ad una specifica volontà: offrire un servizio socio educativo di interesse pubblico volto a favorire la crescita dei bambini fino ai tre anni e come valido supporto dedicato ad appoggiare le famiglie locali

Una dichiarazione d’intenti che trova evidente riscontro tanto nella linea pedagogica che articola la suddivisione delle classi, tanto nella definizione architettonica e formale degli spazi che mutua, appunto, dal ben preciso intento educativo. Il progetto raccoglie ed accoglie queste esplicite richieste dando vita a 340 mq circa in grado di accogliere 30 bimbi e 12 lattanti con spazi stimolanti per la crescita colorati e sicuri: aree gioco, dormitori, servizi igienici, mensa e ambienti riservati al personale, con bagni e spogliatoi dedicati

Il progetto dell’Asilo Nido Beato Bertrando raccoglie ed accoglie queste espliciti richieste dando vita a 340 mq circa in grado di accogliere 30 bimbi e 12 lattanti con spazi stimolanti per la crescita colorati e sicuri: aree gioco, dormitori, servizi igienici, mensa e ambienti riservati al personale, con bagni e spogliatoi dedicati

Strutturalmente parlando i setti portano la maggior parte del peso delle coperture, poiché su di loro grava il carico della trave di colmo e dell’orditura su cui poggia il manto di tegole. Per la realizzazione delle strutture perimetrali di chiusura dell’involucro, invece, sono state impiegate pareti in pannelli X-Lam di spessore 120 mm composte da legno lamellare di abete a 3 strati, incrociati perpendicolarmente tra loro, ed essiccati artificialmente con umidità del 10%. Per quanto riguarda i muri strutturali interni è stata impiegata la stessa tecnologia X-Lam ma con spessore leggermente ridotto, ovvero di 100 mm. La disposizione incrociata delle lamelle longitudinali e trasversali, tipica di questa tecnologia, permette di ridurre al minimo i fenomeni di rigonfiamento e ritiro del pannello, aumentandone la resistenza statica e la stabilità dimensionale

Per garantire il comfort termico acustico interno è stato previsto il posizionamento dello strato isolante esternamente agli elementi parete verticali, creando un rivestimento a cappotto. La copertura si sviluppa secondo una stratigrafia che ha alla sua base l’orditura portante in travi lamellari di abete, lasciati a vista all’intradosso. L’orditura primaria e secondaria in lamellare riveste, quindi, la duplice funzionalità di elemento portante e una veste decorativa che conferisce calore all’aspetto d’insieme del complesso

La scansione spaziale degli ambienti, così come la finitura delle pareti, sono parte integrante di un fine gioco percettivo, pedagogico oserei dire, volto all’insegnamento al bambino della distinzione tra gli ambienti comuni e gli spazi più riservati, dove giocare tutti insieme e dove svolgere attività diverse. In quest’ottica il ruolo dei controsoffitti a pannelli e delle contropareti in cartongesso svolgono un ruolo compositivo e funzionale

Forme primarie e facilmente riconoscibili ornano le pareti offrendo anche la possibilità di distinguere la stratigrafia di cui esse sono composte ma, soprattutto, conferiscono un carattere iconico all’ambiente permettendone l’identificazione anche da parte del bambino che lo vive. Alla luce solare ed al calore che penetrano dagli infissi fanno però da contraltare le possibili dispersioni che a loro volta influenzano il comfort abitativo dei singoli spazi e quindi il bilancio energetico complessivo. Per ovviare a tali problemi ed evitare sprechi, garantendo al contempo ambienti salubri per i suoi piccoli fruitori, i serramenti sono stati realizzati in PVC ed assemblati mediante doppia spina d’incastro con profilo a tripla battuta e doppia guarnizione perimetrale termoacustica

Molta accortezza all’aspetto energetico è stata posta in ogni fase del progetto in quanto considerata particolarmente importante anche per la funzione didattica e formativa delle giovani coscienze. Con il legno la sostenibilità sociale, ambientale ed economica sono garantite. Sotto l’aspetto ecologico e sociale, infatti, decidere di avvalersi della tecnologia X-LAM, unitamente all’impiego di pannelli fotovoltaici, rendendo l’intero complesso autosufficiente dal punto di vista energetico, è risultata esser la mossa vincente

Progetto: Diego Occini Ingegnere

GALLERY

Italia
Istruzione
Nuovo Edificio

DATI PROGETTO

Località: Padova, Italia
Tipologia: Istruzione
Banner Talking about 2019_1 - 300x400

NEWS

Klimahouse 2019 - 300x250