Casa dello studente in Svizzera. Soluzioni residenziali per un abitare contemporaneo

Lo studio di architettura Axel Middeke realizza la casa per gli studenti a Mendrisio in Svizzera. Il complesso di appartamenti costituisce una forma di abitare urbana nuova e contemporanea, un’evoluzione del classico residence

Mendrisio si trova a sud del Cantone Ticino, al centro di un’area caratterizzata dalla presenza di città come Lugano, Como e Varese. Il comune negli ultimi anni ha subito una forte crescita dovuta all’aggregazione con i comuni vicini e si è contraddistinto per una politica sostenibile nei settori dell’energia, della mobilità e dell’ambiente, con una particolare attenzione al miglioramento dei servizi e alla godibilità della città

In quest’ottica, sono stati sviluppati progetti destinati all’abitare sostenibile da destinarsi ad utenze business così come a studenti fuori sede che necessitano di uno spazio abitativo. “Mendrisio Temporary living” è un complesso residenziale costituito da soluzioni abitative indipendenti o coabitative differenti per taglia e dotazioni (stanze, monolocali e appartamenti). Tutti gli spazi sono contraddistinti da una qualità abitativa di livello elevato dovuta all’arredamento moderno e funzionale e da dotazioni come il wifi e il servizio di pulizia dell’appartamento

Il complesso di appartamenti costituisce una forma di abitare urbana nuova e contemporanea, un’evoluzione del classico residence che può offrire una opportunità concreta di mobilità abitativa alternativa ed una serie di vantaggi quali la sala fitness e la grande terrazza comune. La scelta del sito di costruzione del complesso residenziale è stata determinata dalla vicinanza dell’Accademia di architettura, della stazione ferroviaria e degli accessi all’autostrada, così come per i numerosi negozi e supermercati limitrofi che possono facilitare una mobilità sostenibile e l’utilizzo dei mezzi pubblici. Lo stabile consta di 3 piani fuori terra strutturati secondo differenti modalità di aggregazione per dare spazio a varie tipologie immobiliari che vanno dall’appartamento totalmente indipendente alla stanza ammobiliata con zona cucina/pranzo/soggiorno in comune

Lo sviluppo della struttura portante dell’edificio in altezza avviene secondo la schema appena descritto: prima vengono posati e fissati i pannelli di parete, poi il piano viene chiuso con il solaio interpiano fino ad arrivare al solaio di copertura sempre in travi lamellari di dimensione 12x28cm ad interasse di 60cm piallate e smussate sugli spigoli. La copertura si sviluppa secondo una stratigrafia composta da uno strato isolante di lana di roccia da 20cm interposto tra le travi e da pannelli di OSB chiodati e successivamente rivestiti con lastre di cartongesso. Internamente, i solai interpiano presentano uno strato isolante in lana di roccia da 12cm interposto alle travi portanti e chiuso, una volta posati gli impianti, da pannelli di OSB chiodati e successivamente rivestiti nella parte inferiore con lastre di cartongesso. Nella parte superiore del solaio, i pannelli OSB chiodati fanno da base per la posa del sistema di riscaldamento radiante a pavimento composto da pannelli in polistirene espanso da 12cm, insonorizzati, certificati e completi di tracce per la posa delle tubazioni

La posa in opera degli infissi esterni (porte e finestre) è pertanto uno degli aspetti cruciali del processo costruttivo ai fini di efficienza e risparmio energetico di un edificio poiché essi rivestono una funzione di controllo delle interazioni tra interno ed esterno. Attraverso gli infissi avvengono, infatti, in ogni momento del giorno e della notte, importanti scambi energetici, che consistono in apporti e dispersioni in grado di influenzare il bilancio energetico dei fabbricati. L’involucro è stato rivestito con un isolamento in pannelli di lana di roccia a doppia densità Rockwool (Frontrock max E) di spessore 10cm fissati con idonee tassellature a taglio termico in quantità di 7/8 pezzi al metro quadro

La lana di roccia, grazie alle sue proprietà tecniche, permette di espellere tramite evaporazione l’umidità in eccesso assorbita dalle pareti evitando pertanto il rischio di condensa interstiziale. La finitura esterna dei cappotti è composta da un primo strato di intonaco rasante traspirante, una rete in fibra di vetro tessile apprettata, un secondo strato di intonaco rasante traspirante ed un trattamento finale con resina silossanica traspirante e idrorepellente. Per le pareti ventilate invece, subito dopo lo strato isolante viene applicato un tessuto non tessuto sul quale vengono chiodati dei listelli 5x7cm di supporto al tavolato in legno di larice

GALLERY

Svizzera
Residenza
Nuovo Edificio
PROGETTISTA

DATI PROGETTO

Località: Mendrisio, Svizzera
Tipologia: Residenza
Arkitecture ADV Formazione 01 - 300x400

NEWS

Arkitecture ADV 03 - 300x250