Centro Servizi nella Foresta in Canada. Architettura integrata nell’Ambiente

Il Centre de Services Le Bonnallie è il primo di tre edifici costruiti dallo studio di architettura Anne Carrier a Mont Orford Park. I progetti daranno al parco una firma architettonica unica e inconfondibile

Questo edificio è caratterizzato dalla sua interazione tra opacità e trasparenza e tra interno ed esterno. È molto attentamente integrato nel suo ambiente, seguendo la topografia del sito così da vicino che l’edificio sembra essere scolpito dal paesaggio stesso. Il mix di materiali e colori conferisce carattere, mentre crea confini chiari tra spazi diversi

Il nuovo edificio si trova in una foresta, lungo una stretta scarpata su Camping Road, con il lago Stukely e la sua spiaggia sottostante. La prima metà del volume principale dell’edificio segue dolcemente gli stessi contorni da cui è scolpito l’anfiteatro esterno. Uno strato del tetto del paesaggio dell’edificio si eleva dolcemente, riecheggiando la topografia del parco. Al centro, parte dell’edificio è aperta a un’ampia vista sul lago prima di prendere un brusco cambio di direzione, evidenziando l’ingresso dell’edificio e sfidando il pendio. L’edificio si tuffa verso la vista mozzafiato dell’isola e del Mont Chauve

La cucina è nascosta discretamente, mentre il patio e lo spazio di scoperta spaziano su tre strati con diverse geometrie. Il primo, l’area di stoccaggio per attrezzature sportive, ha una geometria funzionale allineata alle attività e al lago; il secondo è il patio, che si adatta al traffico perimetrale e interstiziale; e il terzo è il tetto, che sale più in alto per aprire la vista di Mont Chauve; è angolato verso l’alto per controllare meglio l’illuminazione naturale in entrata

Non diversamente da un gazebo, gli spazi interni ed esterni sono interconnessi da una rete di passerelle che comprendono una passerella, scale, passaggio coperto e uno spazio esterno basato sul percorso naturale dei sentieri

I laghi, le montagne e le foreste del parco hanno ispirato la scelta dei materiali. Gli edifici hanno una relazione simbiotica con lo straordinario paesaggio del sito e con i materiali trovati lì. Il legno, in varie forme, dona calore e intimità allo spazio interno ed esterno. Funziona in armonia con la vegetazione indigena utilizzata per il paesaggio, e con le lastre di ardesia e le pareti in gabbione che caratterizzano i percorsi e il paesaggio

L’approccio architettonico e il sito stesso dettavano l’uso del rivestimento verticale che riecheggiava i tronchi d’albero nella foresta vicina. Le trame, i materiali e i colori utilizzati, in armonia con la corteccia degli alberi, fanno sì che l’aspetto dell’edificio si sposti ogni ora che passa. Realizzato appositamente per questo progetto, il rivestimento in cedro dell’edificio viene applicato a strisce alternate, a incasso, a rilievo, a fessure. Di conseguenza, le ombre che cadono sull’edificio cambiano mentre il sole si muove attraverso il cielo. Dopo la notte, l’effetto trasforma le aree di stoccaggio in gigantesche lanterne. Il rivestimento in cedro viene utilizzato anche per le barriere anti-pioggia e le facciate ventilate in modo semplice ma intelligente, rimuovendo o mantenendo la parte incassata

La configurazione organica dell’edificio, in simbiosi con il sito, le attività e le viste vicine, richiede che i volumi principali includano alcune aperture. In questi luoghi viene utilizzato un rivestimento in legno di cedro più liscio e più chiaro, che evoca il contrasto tra pelle e polpa nel frutto appena tagliato, consentendo una lettura coerente dell’edificio

 

GALLERY

Cultura e Servizi
Nuovo Edificio
PROGETTISTA

DATI PROGETTO

Località: Canada
Tipologia: Cultura e Servizi
Arkitecture ADV Formazione 01 - 300x400

NEWS

Arkitecture ADV 01 - 300x250