ARCHITETTURA | Atelier e residenza per una coppia di artisti, progettato da uno studio giapponese, l’edificio si presenta come uno spazio flessibile, che può essere utilizzato in base alle esigenze, da galleria espositiva a spazio ricreativo, conservando la parte residenziale

L’edificio, che nasce come atelier e residenza per una coppia di artisti, si presenta come uno spazio multidimensionale, utilizzabile in base alle proprie esigenze. Può ospitare varie attività, da quelle espositive, a quelle di intrattenimento, conservando lo spazio destinato ad essere la residenza della coppia.

Completata nel 2014, la struttura è costituita da un telaio in legno, e l’area edificata corrisponde ad ¼ dell’intera area del sito. Le aperture dell’edificio, essendo il clima rigido, hanno interessato solo la parte nord e sud.

La planimetria ha la forma di un parallelogramma, e la cresta del timpano è la sua diagonale. Il volume è stato diviso in tre parti longitudinalmente, e il nucleo centrale si interpone tra residenza e atelier. L’atelier, che necessita di un notevole apporto di luce naturale e di un soffitto alto, è stato posizionato a nord, mentre a sud, dove la radiazione solare è maggiore, è stata progettata la parte residenziale.

Uno spazio riccamente articolato, grazie alle differenti altezze e volumi al suo interno, ma che, nonostante ciò, riesce a conservare una sua unità.

Fotografie di Yohei Sasakura

Articoli

Progettista

ALPHAVILLE Architects Co., Ltd.
ALPHAVILLE Architects, fondato nel 1998 e situato a Kyoto, in Giappone, è uno studio di progettazione pluripremiato, diretto da Asako Yamamoto e Kentaro Takeguchi.