ARCHITETTURA | Gli Architetti dello studio Elding Oscarson realizza un ampliamento per il Museo d'Arte pubblico in Svezia a Lund. La prima estensione della storia del museo che ora possiede un foyer, un ristorante, un negozio e una sala multifunzione

L'aggiunta di volumi si proietta nel parco scolastico esistente, saltando sull'accesso diagonale attraverso il parco. Questo è l'asse di ingresso che è stato progettato per la grande estensione dell'Architetto Hans Westman del 1959.

Il nuovo spazio è molto ampio per assumere un volume concreto tra gli alberi cresciuti del parco, ma anche per essere in grado di alzarsi accanto ai volumi museali esistenti piuttosto massicci. Il nuovo ristorante, però, è dovuto al rispetto di una più recente aggiunta da parte dell'Architetto Johan Celsing del 2005, tenuta bassa per non intervenire con la grande finestra del precedente ampliamento di fronte al parco.

Il volume d'entrata originario del 1959 diventa un negozio di ricambi e un volume.

L'acciaio, favorito dagli scultori sin dall'idea del materiale, è in grado di gestire l'architettura storica di mattoni rossi adiacenti e la materialità ruvida del volume concreto esistente, ma contrasta con questi potenzialità di nitidi dettagli inerenti a un materiale di pannello.

La disposizione libera delle facciate è composta con cura per ottenere viste particolari da e attraverso i volumi costruiti in aggiunta per raggiungere una trasparenza senza una grande superficie vetrata.

Per la sala multifunzionale nel cortile interno del museo, una grande variazione di altezza degli edifici circostanti e un problema per portare carichi nella struttura sottostante, nonché un'ambizione per non disturbare le facciate esistenti attorno al cortile, sollecitato per una soluzione con un tetto che saliva in alto, appoggiato su quattro colonne e circondato da luce clerestoriale. Il tetto si estende su 27 metri e il suo soffitto è una lastra di alluminio specchiato, che si propone per raggiungere un'esperienza spaziale non chiara, ma che conserva un carattere di cortile interno aperto.

Gli arredi del ristorante, del foyer e del negozio sono tutti disegnati da Elding Oscarson e trasmettono deliberatamente il carattere incompiuto di uno schizzo o di un prototipo. In totale, l'intenzione è che la nuova aggiunta consenta di aggiungere una preziosa esperienza di architettura all'interno del parco, in quanto il museo ottiene un'interfaccia nuova, diventando un luogo più funzionale per incontrare le persone.

Fotografie di: Åke E:son Lindman

Articoli

Progettista

Elding Oscarson
Elding Oscarson è l'operazione congiunta tra Johan Oscarson e Jonas Elding.

Seminari on-line