ARCHITETTURA | La Scuola dell’Infanzia di Pianezza, è il risultato di un’attenta ricerca di sostenibilità. Una visione del progetto verso l’ottenimento del comfort psico-fisico e che educhi i piccoli utenti ad una maggiore curiosità verso gli spazi che promuovono un attento utilizzo delle risorse

Le nove sezioni didattiche della nuova scuola dell’infanzia di Pianezza,in provincia di Torino, sono necessarie a garantire la continuità del servizio scolastico. L’intervento, caratterizzato da una sensibilità progettuale di matrice Europea completamente rivolta ai bisogni dell’utenza infantile, è basato sui principi cardine dell’architettura ecosostenibile.

I 2.700 metri quadri di costruito sono stati realizzati interamente con struttura portante in pannelli di legno lamellare multistrato incollati a fibre incrociate fino a formare un elemento monolitico capace di resistere alle sollecitazioni in maniera uniforme indipendentemente dalla direzione di provenienza delle stesse. Tale tecnologia, denominata XLAM o Cross Laminated Timber, rappresenta l’avanguardia nel settore edile sia per le ottime prestazioni termoacustiche che per la garanzia di sicurezza in caso di incendio o sisma.

L’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, insieme a scelte mirate per quanto riguarda l’involucro del fabbricato, hanno contribuito, insieme alla struttura lignea, a realizzare un’architettura di qualità, autonoma dal punto di vista energetico, certificata in Classe A.
I materiali costruttivi utilizzati sono completamente naturali e, in particolare, l’utilizzo del legno assicurerà un consumo minimo di energia primaria (CEP) in grado di rendere quasi nulle le emissioni di CO2 in ambiente.

L’edificio si articola in 5 volumi disposti secondo un impianto radiale il cui centro è rappresentato dalla piazza circolare che precede l’ingresso. Tre corridoi aperti collegano ai 4 corpi costituenti le 8 sezioni didattiche.
La pensilina del corridoio centrale divide simmetricamente la pianta e definisce, insieme al portico in legno sul lato sud, uno spazio tampone fondamentale per filtrare la luce solare diretta in estate e per riparare dalla pioggia l’utenza nel percorso che porta all’ingresso. Inoltre, in corrispondenza della pensilina, sono disposti i pannelli fotovoltaici che contribuiscono all’alimentazione degli impianti tramite l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili.
I frangisole inclinati del portico hanno una funzione tecnica legata al comfort fisico ottenuto schermando la radiazione diretta e proiettano sulla pavimentazione e sull’involucro dei meravigliosi giochi di luce ed ombra. Un ampio corridoio collega i volumi ai servizi quali mensa, palestra, sezione pre-post scuola ed amministrazione.

La copertura parzialmente verde, inclinata lungo l’asse Nord-Sud, definisce l’interpiano maggiore in corrispondenza degli ambienti dedicati ai servizi quali mensa, palestra e sezione pre-post scuola, dove i controsoffitti vengono realizzati a gradoni lasciando, in alcune porzioni di superficie, l’elemento ligneo a vista, creando un dinamico gioco di volumi e di combinazioni di materiali.
L’idea di mettere in mostra il legno strutturale, replicata sulle pareti interne attraverso la creazione di forme semplici, particolarmente apprezzabili dai bambini (un treno, un trifoglio, una casa..) rappresenta la volontà di progettisti ed esecutori di far toccare con mano la materia prima che costituisce l’ossatura dello spazio che vivono.

Il legno è un materiale pulito, piacevole al tatto, e la possibilità di scoprirlo incrementa il comfort psico-fisico di chi usufruisce dello spazio, oltre ad avere la chiara funzione didattica di mostrare di cosa è fatto l’ambiente in cui trascorreranno gran parte della giornata e una fase fondamentale della loro vita, fase nella quale si ricevono gli input più forti che contribuiranno a definire l’adulto di domani. Stimolare la curiosità dell’utilizzatore, specialmente quando egli stesso è in un momento della crescita in cui è incredibilmente recettivo e propenso all’apprendimento e alla conoscenza del mondo che lo circonda, è un’ aspetto fondamentale da tenere in considerazione nella progettazione e costruzione di ambienti dedicati ad utenza infantile.

La scuola di Pianezza vuole perciò essere sostenibile a 360 gradi: l’attenzione maggiore è rivolta ai bambini, poiché la consapevolezza dell’importanza che hanno nel costruire il futuro è stato il principio cardine nella progettazione e realizzazione di un edificio bello da vivere, confortevole e sicuro, dove l’apprendimento e l’attività creativa possano essere stimolati, svolti in maniera serena e in un ambiente sano.

Articoli

Progettista

Fraternali Quattroccolo Architetti
Studio di Architettura

References

Gandelli Group

Dal 1908 la famiglia Gandelli opera nel settore del legno e delle costruzioni, con un approccio dinamico focalizzato sull’innovazione tecnica ed esecutiva e sulla costante ricerca dei migliori materiali, prodotti e tecnologie all’avanguardia per l’architettura.

Seminari on-line