ARCHITETTURA | Un piccolo granaio per la vendita al di fuori di Borlänge, nella regione del Dalarna in Svezia. Una costruzione modesta nel design e nelle dimensioni, che ha interessato lo studio General Architecture

La casa è stata separata e trasferita in un vecchio pascolo lungo le sponde del lago Hjälmaren, a pochi chilometri da Arboga. Gli zoccoli in calcestruzzo furono gettati come una nuova fondazione prima che la struttura del legno venisse ripristinata. Tra la quindicesima e la quindicesima fila di legno, è stato installato un nuovo telaio in legno portante per consentire un pavimento superiore a tutta altezza. Poi il resto della struttura del legno e il vecchio tetto venivano messi in atto. La casa è stata lasciata per stabilirsi per un anno, dopo di che la costruzione continua. Pavimenti erano costruiti e le pareti erano isolate all'interno. Le pareti interne del piano superiore sono state progettate come traverse a pavimento, che si estendono tra le pareti perimetrali. Ciò ha permesso di lasciare il piano terreno completamente aperto, senza alcun supporto per il piano superiore. I materiali interni sono stati selezionati in base alla disponibilità e al prezzo: legno di quercia dal sito, e compensato dal commerciante locale dell'edificio. Le aperture nelle pareti esterne seguono la logica del design, con ampie finestre nella parete di legno massiccia e finestre strette in piedi montate nel modulo del nuovo telaio del piano superiore. La distribuzione del pavimento è semplice come il volume, con una cucina e un soggiorno al piano terra e due camere da letto al piano superiore. Esternamente, le nuove aggiunte sono state trattate con la stessa vernice rossa in modo simile alle parti originali.

Il progetto, nonostante la sua piccola scala, è servito come discussione di costruzione e architettura presso il nostro ufficio. L'uso di una struttura esistente ha anche sollevato le questioni degli elementi strutturali e tettonici sottostanti della tradizione dell'edilizia. La nostra ambizione nel corso del progetto è stata quella di perseguire e sviluppare queste qualità architettoniche di base.

Il fienile di legno rosso è una tipologia archetipica in Svezia, e rappresenta non solo una tradizione edilizia, ma anche un rapporto con la campagna e il paesaggio in Svezia. Ma ciò che ci ha incuriosito di più su questo tipo di costruzione semplice è stata la tecnica di costruzione ridotta e raffinata, in cui le qualità caratteristiche del legname vengono utilizzate in modo ottimale.

Come potrebbe questa semplice costruzione incontrare le tecniche di costruzione di oggi e come si adatta a un contesto architettonico contemporaneo? Il lato tettonico di questo piccolo progetto era gratificante: l'incontro del sistema tettonico del legname e quello della struttura del telaio. Come sarebbe un'apertura della finestra relativa a questi due sistemi? Ha sollevato anche la questione dello stile, le domande che raramente abbiamo bisogno di affrontare: come affrontare un tetto tradizionale tetto con tegole in argilla? Quali sono le connotazioni di questi elementi costruttivi tradizionali? Come si parla di un aspetto molto romantico e pittoresco di un tipo di edificio, come nel caso del granaio in legno rosso in Svezia.

Questo progetto può essere visto come risultato di queste discussioni ed è in un certo senso un interrogatorio delle nostre pre-concezioni sulla tradizione dell'architettura, la tettonica e un passato immaginato.

Fotografie a cura di: Mikael Olsson - mikael@mikaelolsson.se

Articoli

Progettista

General Architecture
Erik Persson, Fabian Blücher, John Billberg, Olof Grip and Josef Eder met during studies at the Kungliga Tekniska Högskola (KTH) in Stockholm

Seminari on-line