ARCHITETTURA | L'edificio di Riec sur Belon costruito in Francia dall'Architetto Patrice Bideau ha come obiettivo principe quello di costruire una casa adatta al clima marino della Bretagna in conformità con la normativa energetica francese RT 2012 usando materiali naturali

L'obiettivo principale di questo progetto è stato quello di costruire una casa adatta al clima marino della Bretagna in conformità con la normativa energetica francese RT 2012 usando materiali naturali e includendo elementi come un conservatorio, una stufa a legna e un bidirezionale sistema di ventilazione centrale dell'aria.
 
Era attraverso la ricerca del web per informazioni sugli edifici passivi con tetti ad arco che il project manager ha scelto un architetto che mira anche a creare condizioni di vita sane in un ambiente naturale. 

La casa di Riec sur Belon, cittadina nota per le sue ottime ostriche, è composta da tre sezioni distinte.
L'autoportante è una struttura in legno ricoperta di rivestimento a slitta a nord, zinco antracite ad ovest e un tetto in zinco a basso profilo con cuciture in piedi.

La seconda sezione è una sala d'ingresso con un tetto a doppio tetto che porta nello spazio principale di vita. Il piano terra della sezione più grande comprende una scala, un ripostiglio, una camera da letto con bagno e una cucina che ha accesso al conservatorio. Al piano superiore, sotto un tetto arcuato, si tratta di uno studio con vista sul giardino d'inverno e sulla strada e su un piccolo appartamento.
 
La struttura è un telaio combinato in legno e cemento: il telaio in legno è isolato con fibra di tessuto di legno di 60 cm e rivestito in abete Douglas. Il pavimento è costituito da giunchi da 8/20 con isolamento a parete e parquet.

Il calcestruzzo è stato scelto per la lastra di fondazione e le pareti dello spazio di crawl, queste sono isolate per prevenire il trasferimento di calore dallo spazio riscaldato sopra. Le pareti rivolte verso nord dei montanti in legno e le rocce di roccia da 140 mm hanno isolamento esterno. Intonati all'interno, assicurano la massa termica per un comfort tutto l'anno all'interno della casa. Il telaio in legno ha un'isolamento di foglie di cellulosa di 145mm e la struttura del tetto è isolata con una lana di roccia di 300mm, ognuno dei quali è reso ermetico con uno schermo a vapore.

I pavimenti del piano terra sono isolati da sughero da due metri 50 sotto il massetto, a sua volta posato con parquet, piastrelle di ceramica o sughero, a seconda della stanza.
Oltre alla stufa a legna sono presenti due radiatori a gas e due scalda elettriche riscaldate. La ventilazione è assicurata dal sistema centrale a doppio flusso d'aria. L'acqua calda è fornita da un riscaldatore termodinamico. L'acqua piovana viene raccolta in un serbatoio per il lavaggio del bagno e l'irrigazione del giardino.

I finestrini in alluminio e gli sportelli delle portiere sono l'apertura del sollevatore per le finestre delle finestre, altre finestre e porte aperte verso l'interno.

I mattoni di terra cruda hanno rivestito il muro di cemento intonacato dietro la stufa a legna. Grazie al design bioclimatico, la casa riceve la luce solare tutto il giorno, e il vantaggio totale è fatto di ingresso solare durante l'inverno. Gli otturatori scorrevoli e battuti in legno a cassettoni offrono un'ombra naturale e una ventilazione. Il conservatorio è stato progettato per regolare l'ingresso solare con l'aiuto di impianti e l'apertura e la chiusura di porte.
La prestazione energetica per una casa che non è destinata al riscaldamento è di 67,1 Kwh/mq.

Fotografie di: Armel ISTIN photographe
 

Articoli

Progettista

Patrice Bideau Architetto
Patrice Bideau Architetto