Il Padiglione del Belgio progettato da Patrik Genard per l'Expo di Milano 2015 rappresenta attraverso l'architettura il concetto di città sostenibile, con zone verdi che danno respiro alle aree costruite e aree rurali che richiamano alla tradizione e al paesaggio belga

Il progetto padiglione belga per la Milano dell'Expo 2015 concepito da Patrick Genard & ass. e Marc Belderbos è il risultato di tre grandi temi: il tema della nutrizione, la sostenibilità ambientale e l'identità del Belgio.

Ispirazioni urbane
Il padiglione si ispira al concetto di città che prevede l’inserimento di aree verdi per separare i quartieri e ossigenare la città al suo centro. Questa nozione di sostenibilità a scala regionale, di sviluppo urbano ha strutturato il concetto del padiglione e dei suoi dintorni.

Concept
Il concept nasce dalla volontà di conciliare, da un lato, l'idea di un terreno agricolo generoso e rassicurante, fedele alla rappresentazione dei tradizionali paesaggi belga ed europei, con dall'altra, l'idea di tecnologia e progresso etico che porta avanti il dibattito sulla produzione alimentare di domani.

Dalla città all’architettura
In questo contesto, il piano urbano diventa architettura: i quartieri residenziali sono i volumi, i padiglioni in legno e la fattoria, attraverso i quali circola la luce e la vista sul verde circostante. Il centro storico della città diventa l'atrio, il cuore del progetto, formalizzato da una grande struttura geodetica in vetro.

Volumi
I volumi del padiglione costituiscono allusioni all'architettura agricola e ortofrutticola del Belgio: Il grande volume della cupola geodetica fa riferimento alle grandi Serre Reali di Laeken, e il primo volume, la Fattoria, reinterpreta il la morfologia tradizionale della fattoria belga, allungata con un tetto a due falde.

Il legno
Nel padiglione il legno è utilizzato in diversi contesti: nella Fattoria, timpani in lamellare ad altezza variabile creano movimento all’interno del volume; il rivestimento esterno è composto da pannelli sandwich prefabbricati con OSB e isolamento.

Sperimentazione
Le soluzioni di produzione alimentare alternative sono presentate in modo che i visitatori possano sperimentare direttamente. Una scala monumentale poi conduce il visitatore nel cuore dell'Atrio, inondato di luce, che è lo spazio di sapori, del gusto e della convivialità belga.

Percorso di uscita
Il visitatore lascia il padiglione attraverso la Boutique per un'ultima passeggiata esplorativa lungo il dolce pendio verso il Decumano, attraverso i paesaggi tipici del Belgio ricreati in scala ridotta.

Così il padiglione belga si inscrive perfettamente nella linea tematica definita dagli organizzatori della Milano Expo 2015: per i visitatori si propone non solo di imparare, per conoscere nuove nozioni in materia di alimenti e l'ecologia del Belgio, ma va oltre, attuando quelle idee e sperimentando le soluzioni proposte.

Articoli

Progettista

Patrick Genard & Asociados
Studio di architettura dell'architetto Patrick Genard

Seminari on-line