FOCUS | Oggi le tipologie costruttive idonee alla realizzazione di edifici moderni in legno sono due: il telaio ed il CLT (X-LAM). Rothoblaas propone un'analisi oggettiva dei due sistemi analizzando pro, contro e caratteristiche dei due sistemi per la realizzazione di edifici durevoli e sostenibili

Spesso sentiamo parlare, o parliamo noi stessi, di edifici in legno, senza specificare a quale tipologia costruttiva facciamo riferimento. Ad oggi le tipologie costruttive idonee alla realizzazione di edifici moderni sono due: il telaio ed il CLT (X-LAM). In entrambi i casi stiamo parlando di edifici con pareti portanti, costituite solo di legno nel caso del CLT oppure con struttura in legno e coibentazione in spessore con materiali isolanti.
Immagini gallery 1-2-3

Caratteristiche: Telaio e CLT
Ciascuna tipologia presenta delle peculiarità che la rendono preferibile all'altra, a seconda del contesto applicativo, delle esigenze abitative e, perché no, della percezione "emotiva" dell'involucro edilizio da parte della committenza.
Il telaio permette un'ottimizzazione dell'utilizzo delle risorse, in quanto la quantità di legno è limitata allo stretto necessario per garantire la prestazione strutturale prevista, mentre i pannelli in CLT prevedono l'impiego di volumi di legno molto maggiori, strutturalmente richiesti nel caso di edifici alti. In ogni caso una maggior presenza di legno nell'involucro edilizio permette di sfruttare al meglio le proprietà del materiale in termini di regolazione termo-igrometrica, assicurando un comfort abitativo decisamente elevato.
Immagini gallery 4-5

Sistema CLT in Italia
Inoltre, la parete in CLT è percepita come una divisione tra interno ed esterno molto più solida rispetto al telaio, e per il mondo italiano ciò contribuisce sicuramente ad aumentare la confidenza dei non addetti ai lavori verso questo sistema. Sempre contestualizzando le considerazioni rispetto alla realtà italiana, troviamo nel CLT un elemento che si presta molto bene all'adattamento dell'edificio in legno in climi mediterranei: il peso del legno rispetto a quello dei materiali isolanti comunemente impiegati aumenta sensibilmente l'inerzia termica delle pareti, favorendo l'effetto di sfasamento che soprattutto nelle regioni del centro sud è necessario per avere performance termiche estive di buon livello.
Immagini gallery 6-7-8-9

Logistica del sistema a Telaio
Passando da considerazioni prestazionali a considerazioni logistiche, va apprezzata la possibilità che il telaio offre di prefabbricare quasi completamente le pareti, permettendo di ridurre al minimo le operazioni da svolgere in cantiere. Ciò si traduce in riduzione drastica dei tempi di posa dell'edificio, con parallela riduzione dei costi ed aumento della sicurezza.
Immagini gallery 10

Modifiche del sistema CLT in cantiere
D'altro canto l'adozione di pannelli in CLT, che possono essere "ritoccati" in termini dimensionali direttamente in cantiere, è molto utile nel caso ad esempio di sopraelevazioni di edifici esistenti, in cui frequentemente si presentano dislivelli e fuori squadra difficilmente rilevabili e difficilmente compatibili con sistemi altamente prefabbricati. In questi casi è preferibile quindi lasciare delle lavorazioni al cantiere (posa in opera del cappotto esterno e/o delle contropareti interne) in modo da recuperare in-sito eventuali imperfezioni.
Immagini gallery 11-12-13

Conclusioni
In sintesi, possiamo tranquillamente affermare che non c'è un sistema migliore o peggiore a prescindere, ma c'è sicuramente un sistema più o meno adatto alle circostanze in cui si opera. Ciò suggerisce un’importante considerazione riguardante il diffondersi dell'edilizia in legno: la realizzazione di edifici belli e durevoli è strettamente legata alla presenza di tecnici altamente formati, in grado di valutare in modo autonomo i benefici di una tipologia costruttiva piuttosto che dell'altra ed in grado di portare questi benefici dalla carta al cantiere, per farli godere da chi usufruisce degli spazi che costruiamo. Una sfida? Certo, un'affascinante sfida che porta con sé la grande opportunità di essere innovativi e protagonisti di un grande cambiamento che attraverso l'edilizia coinvolge il modo di pensare e vivere la casa, per la sua sostenibilità ambientale e sociale e per il benessere di chi la abita.

Per maggiori informazioni sui due sistemi costruttivi e sulle soluzioni proposte da Rothoblaas,
www.rothoblaas.com oppure info@rothoblaas.it

LEGENDA GALLERY FOTOGRAFICA
• Imm. 1 Esempio di utilizzo del CLT per la realizzazione di un edificio multipiano
• Imm. 2 Dettaglio: fissaggio a terra di parete in CLT
• Imm. 3 Schematizzazione della struttura portante e dell’involucro di un edificio costruito con sistema timber frame
• Imm. 4 Sigillatura con appositi nastri per la perfetta tenuta all’aria e posa di membrane freno vapore con dettaglio della sigillatura di un attraversamento
• Imm. 5 Dettaglio: sigillatura dell’attacco a terra con nastro per tenuta all’aria
• Imm. 6 Cantiere di ampliamento e sopraelevazione di edificio storico in pietra con pannelli in CLT
• Imm. 7 Risultato finale dell’ampliamento con CLT di un edificio storico
• Imm. 8 Applicazione tra pannelli a telaio di sistemi ad espansione per la tenuta all’aria
• Imm. 9 Attacco a terra di pareti in CLT con sistemi a scomparsa nel pacchetto solaio
• Imm. 10 Applicazione di pannelli in CLT mediante piastre in acciaio su sottostruttura in calcestruzzo
• Imm. 11 Impermeabilizzazione con guaine adesive dell’attacco a terra di un edificio in timber frame
• Imm. 12 Taglio igrometrico con realizzazione della tenuta all’aria tra calcestruzzo e parete in timber frame
• Imm. 13 Ancoraggio di pannello in CLT su paramento verticale in calcestruzzo tramite sistema X-RAD per il trasferimento di grandi sollecitazioni

Articoli

Azienda

Rothoblaas Srl / GmbH
39040 Cortaccia BZ, Italia
+39 0471 81 84 00

Prodotti

Richiedi Info