ARCHITETTURA | Lo studio di Architettura Tom Munz Architect ristruttura il cimiero di Oberriet, in Germania. In contrasto con gli esterni in calcestruzzo, gli interni sono stati realizzati con rivestimenti in legno che creano un ambiente caldo e naturale

L'edificio del cimitero non soddisfava più i requisiti per l'uso interreligioso.

Il perimetro per la nuova sala di abdicazione e abdicazione è stato limitato da campi di sepoltura e urna esistenti e ha richiesto un'interpretazione del tipo sacrificale, nonché un un'atmosfera adeguata.

La nuova impostazione dell'edificio nell'angolo del pacco sud-occidentale rafforza il rapporto spaziale con la cappella e la sua percezione all'interno del complesso.

Il numero 3 con il suo esponenziamento forma l'approccio concettuale. Anche la trasformazione verticale e orizzontale del nuovo corpo costruttivo, ognuno costituito da tre elementi, è anche strettamente continuato nella sua materializzazione.

Gli zoccoli e il tetto come elementi di collegamento tra cielo e terra sono progettati in calcestruzzo. Tra le facciate concrete si costruisce.

La materialità esterna crea una connessione all'interno e guida il visitatore. Gli spazi della mostra collocano una pausa dialettica all'esperienza esterna.

Il legno caldo e naturale e le nuove dimensioni e proporzioni creano un'atmosfera fitta e intima.

Fotografie di: Ladina Bischof, St.Gallen

Articoli

Progettista

Tom Munz Architekt
Tom Munz Architekt

Seminari on-line