ARCHITETTURA | Tuttiarchitetti progettano un edificio in Sicilia, sul vulcano Etna. Circondata dalla natura la casa si contraddistingue per una facciata interamente ricoperta da frangisole in legno che la mimetizzano nella natura

La stanza guarda le stelle perché è mezza coperta e mezza scoperta, mezza con il tetto mezza senza. Si è chiusa la stanza e così pure è stato fatto per la porzione di tetto scoperto. Fanno la differenza i frangisole di legno con cui si è circondato tutta la casa, compresa la “chambre”.

Quando i frangisole restano chiusi l’unica porzione di vetro è solo quella del soffitto che cattura appunto le stelle.

Di giorno ad essere catturato è il cielo, una porzione di azzurro intenso che fa da tetto alla stanza.

Gli alberi cingono da presso la casa a eccezione del terrazzo della loggia che , sporgendo, allontana gli alberi dalla casa liberando l’unico spiraglio di cielo sopra essa.

Accade così che il verde degli alberi che il sole e la luce, traversando le foglie, tingano di verde riflesso l’azzurro della stanza.

La verità è che non sappiamo cosa farne di un pezzo di bosco, nella misura in cui un pezzo di bosco non si distingue da un altro, è informe per noi; solo la geometria immobile del nostro abitare lo distingue, lo muta in poesia.

Fotografie di: Peppe Maisto

Articoli

Progettista

tuttiarchitetti
Daniela Finocchiaro, Vincenzo Giusti, Luigi Pellegrino dopo alcune esperienze in comune, si sono uniti in con il nome di Tuttiarchitetti nel 2011.

Seminari on-line