Scuola Materna a Firenze. Legno strutturale per l’asilo passivo

La filosofia del progetto si sposa con le richieste del comune di Firenze nel realizzare una scuola energeticamente autosufficiente e un ambiente in grado di instillare il rispetto della natura, l’abilità motoria ed il senso dell’autonomia

Il progetto nasce dalla necessità di riqualificazione di un vecchio edificio scolastico con presenza di amianto

Focalizzando l’attenzione sul ruolo pedagogico dell’architettura e degli spazi quindi l’intervento ha previsto, a fronte di una demolizione del vecchio fabbricato, una nuova struttura portante in legno a bassissimo consumo energetico ed altamente antisismica. La scuola è stata interamente realizzata secondo i principi della bio-edilizia, ed è la prima di Firenze ad avere ottenuto la certificazione in Classe A di CASACLIMA

L’edificio è costituito da un unico blocco volumetrico di un piano fuori terra con tetti a capanna leggermente sfalsati. E’ realizzata con elementi in legno lamellare, prefabbricati in stabilimento e successivamente assemblati in cantiere con tecniche ottimizzate per consentire una rapida esecuzione dei lavori, garantire immediata portanza strutturale ed evitare, quanto più possibile, la formazione di ponti termici in fase di costruzione. La platea in calcestruzzo su cui poggia funziona da cassa di compensazione in caso di esondazione dell’Arno

I lavori hanno ridisegnato completamente la distribuzione interna, che ora ospita aule per attività educative e ricreative, laboratori, un refettorio, servizi igienici e spogliatoi con un ingresso costituito da una avvolgente e colorata rampa accessibile a tutti

Il linguaggio dei colori, così importante nell’infanzia per la sua capacità di comunicazione non-verbale, è stato articolato lungo tutto l’edificio: né è esempio il frastagliato parapetto in pannelli microforati che accoglie i bambini all’ingresso. Il percorso sensoriale avvicina i piccoli utenti non solo alla struttura, ma li rassicura rendendoli protagonisti degli spazi, lasciando loro la possibilità di esplorare in modo indipendente mediante il riconoscimento di forme e colori

Ogni sezione si distingue per un colore ed un animale facilmente riconoscibili dai bambini, il motivo si estende anche agli arredi, realizzati in multistrato bi-laminato

La riduzione del fabbisogno energetico è frutto di uno studio sinergico dell’involucro e degli impianti tecnologici: gli elementi costruttivi in legno sono stati sviluppati in sintonia con analisi e simulazioni approfondite che hanno consentito di dimensionare e posizionare adeguatamente aperture e canalizzazioni. L’elevato grado di prefabbricazione infatti impone una (pre)visione e un grado di dettaglio elevati delle soluzioni che si mettono in campo

La scuola vanta un insieme di soluzioni all’avanguardia per efficienza e riduzione dei consumi: caldaie a condensazione, un sistema pannelli radianti a pavimento e uno di recupero delle acque meteoriche per gli scarichi dei bagni, ventilazione meccanica con dispositivi di recupero del calore, collettori solari termici per l’acqua calda sanitaria e un impianto fotovoltaico garantiscono una copertura del fabbisogno energetico da fonti rinnovabili per oltre l’80%

GALLERY

Italia
Istruzione
Riqualificazione
PROGETTISTA

DATI PROGETTO

Località: Firenze, Italia
Tipologia: Istruzione
Arkitecture ADV 03 - 300x400

NEWS

Arkitecture ADV 01 - 300x250