Sopraelevazione nel Torinese. Architettura di contrasto con il vecchio

L’intervento dello StudioATA s’inserisce come rottura, eccezione che spezza la rigidità del progetto originario ed elabora un nuovo equilibrio tra le parti. Il rapporto con l’esistente è interpretato per contrasto nel materiale

La villa si colloca nel mezzo di un ampio giardino di proprietà, ed è caratterizzata da elementi formali e distributivi che rispondono a requisiti di rappresentanza e di monumentalità tipici dei primi decenni dello scorso secolo che la rendono oggi poco attuale e a misura

In particolare salta agli occhi la mancanza di connessione fra gli spazi interni della Villa e gli spazi esterni del giardino; relazione negata dal fatto che la Villa si posiziona ad un piano rialzato rispetto al giardino ma anche dalla presenza di un ampio portico e un sovrastante ampio terrazzo che diventano essi stessi ambiti di relazione e filtro tra il dentro e il fuori, allontanando di fatto gli spazi interni della villa dal territorio circostante. Sul fronte sud inoltre si collocano l’androne d’ ingresso e il vano scala, occupando così con funzioni di rappresentanza e distributive lo spazio più assolato e piacevole

La proposta di intervento, mossa dalla considerazione di ribaltare completamente questa concezione originaria, immagina l’inserimento di un elemento fortemente caratterizzato e riconoscibile, completamente aperto verso sud e verso la valle che permette alla luce del sole di entrare e agli sguardi di spaziare oltre i limiti del manufatto costruito

Il nostro processo progettuale dunque va oltre la primaria necessità di una revisione funzionale della copertura e si muove intorno ad idee progettuali che vanno oltre il tetto, oltre i limiti di superficie, di visuale e relazione e oltre i limiti formali della preesistenza

Oltre il tetto è addizione di volumetria, attraverso la realizzazione di un piccolo ampliamento lo spazio utile del sottotetto si completa e si arricchisce trasformandosi in un alloggio ampio, luminoso ed autonomo

Oltre il tetto è connessione con il paesaggio, generatore di nuove visuali e relazioni degli spazi interni con il circostante. Un’ampia vetrata posta sul limite dell’edificio a chiudere la zona dell’ampliamento rompe la rigida separazione fra gli interni e l’esterno mettendo in strettissima connessione lo spazio recuperato del sottotetto con il circostante. Il verde, il cielo, la vista della Rocca Sella diventano intimamente parte dell’atmosfera dell’alloggio al piano sottotetto

Oltre il tetto è architettura per contrasto, occasione per conferire una nuova immagine alla villa, attraverso l’elaborazione di un nuovo equilibrio fra le parti. Il progetto per la nuova copertura si inserisce come elemento di rottura, un’eccezione che spezza la rigidità del progetto originario. Il rapporto con l’esistente viene interpretato per contrasto nel materiale, con l’obiettivo di non alterare la leggibilità del vecchio e di realizzare un nuovo che sia espressione di contemporaneità

 

GALLERY

Italia
Residenza
Ampliamento
PROGETTISTA

DATI PROGETTO

Località: Torino, Italia
Tipologia: Residenza
Arkitecture ADV 03 - 300x400

NEWS

Arkitecture ADV Progettista - 300x250