Strutture in Legno per una Residenza anti-sismica. Riuso di un’abitazione agricola

L’idea progettuale dell'Architetto Roberto Mascitti è stata indirizzata al nuovo disegno degli spazi e delle comunicazioni verticali, connesse e armonizzate con le nuove funzioni abitative e con la gran quantità di luce diurna presente

La percezione dei nuovi ambienti, dei percorsi, degli andamenti delle luci naturali e dei chiaroscuri diffusi dalle aperture sui fronti sono stati i motivi ispiratori per risolvere le diverse funzionalità e configurare la nuova residenza. Per migliorare la qualità strutturale del fabbricato sono state alloggiate lavorazioni metalliche particolari con lo scopo di fortificare la risposta statica verso i cinematismi indotti dalle frequenze sismiche e verso i meccanismi di danno da queste indotte

Il sistema di captazione fotovoltaica ha reso la casa energeticamente indipendente dall’impiego di combustibili fossili mentre la stratigrafia dell’isolamento perimetrale interno e delle falde di copertura hanno consentito una classificazione energetica che è prossima ai valori della classe A+ (APE 22,6 kWh/mq.) .

Particolarmente approfondita è stata la progettazione esecutiva tanto per per gli interventi edili quanto per le strutture di copertura in legno/acciaio/alluminio-titanio e per le strutture tubolari per le balaustre interne. Diversi componenti sono stati realizzati con la meccanica di precisione che, dopo i modelli e gli studi preliminari iniziali hanno obbligato un grado di dettaglio progettuale molto avanzato che ha risposto di volta in volta al nuovo concept della residenza.

Per ogni spazio, si è attentamente valutato il rapporto tra la quantità di luce effettivamente necessaria per i compiti visivi cercando di trovare il giusto equilibrio tra funzione residenziale e intensità o atmosfera luminosa che si intendeva creare impiegando sorgenti fluorescenti e alogene con schermo dicroico, di ultima generazione. Nel dettaglio del progetto và detto come i particolari ambiti spaziali , gli sbalzi e gli aggetti sui dislivelli tra le varie quote, l’andamento della scala interna e alcune tessiture murarie da riportare in vista, necessitavano di atmosfere luminose molto particolari soprattutto là dove si intendeva far dialogare la luce artificiale con i chiaroscuri della pietra, con la rifrazione dei diaframmi in vetro, con gli elementi in legno/acciaio delle strutture, con l’andamento delle strutture tubolari a protezione della salita della scala interna

GALLERY

Residenza
Riqualificazione
PROGETTISTA

DATI PROGETTO

Tipologia: Residenza
Klimahouse 2019 - 300x400

NEWS

Arkitecture ADV 01 - 300x250