Casa estiva in una baia svedese. Ristrutturazione di una cabina anni ’50

La casa esistente, risalente alla metà del Novecento, situata in una baia dall'atmosfera vivace su un pendio tra foresta e mare, viene rivisitata dall'architetto Tina Bergman, che rende l'abitazione agibile in tutte le stagioni

L’abitazione, secondo richiesta dei clienti, avrebbe dovuto aprirsi sia al panorama della baia che a quello della foresta

Inoltre, la casa avrebbe dovuto garantire la privacy per diversi membri della famiglia durante dei lunghi soggiorni, oltre che spazi di condivisione

La nuova casa si presenta come un lungo e stretto volume, con tetto spiovente e timpani chiusi, che si estende sul sito

Grazie alla sua forma, molte stanze si affacciano sul mare

L’edificio si “siede” su un muro di pietra esistente, che crea una terrazza naturale affacciata sul panorama

Sul lato della foresta, l’architetto crea uno spazio per il lavoro all’aperto e per il gioco

Lo spazio abitativo centrale è aperto, e alle due estremità sono situate le camere da letto, in modo tale da minimizzare gli spazi destinati alla circolazione

Il risultato è quello di percepire la casa più grande di quanto sia in realtà, percezione enfatizzata dal camino centrale che divide la sala da pranzo dal soggiorno

Per forma e materialità, l’edificio rimanda alla tradizione edilizia locale La struttura è interamente realizzata in legno, con fondazioni in cemento armato

 

GALLERY

Svezia
Residenza
Riqualificazione
PROGETTISTA

DATI PROGETTO

Tipologia: Residenza
Arkitecture ADV 03 - 300x400

NEWS

Arkitecture ADV 01 - 300x250